fr. francesco m.Fr. Francesco M. Ciaccia

Un nuovo vescovo per la nostra diocesi

17 maggio 2012

 

«La missione divina affidata da Cristo agli apostoli durerà fino alla fine dei secoli (cfr. Mt 28,20), poiché il Vangelo che essi devono predicare è per la Chiesa il principio di tutta la sua vita in ogni tempo. Per questo gli apostoli, in questa società gerarchicamente ordinata, ebbero cura di istituire dei successori. Infatti, non solo ebbero vari collaboratori nel ministero ma perché la missione loro affidata venisse continuata dopo la loro morte, affidarono, quasi per testamento, ai loro immediati cooperatori l'ufficio di completare e consolidare l'opera da essi incominciata raccomandando loro di attendere a tutto il gregge nel quale lo Spirito Santo li aveva posti a pascere la Chiesa di Dio (cfr. At 20,28). Perciò si scelsero di questi uomini e in seguito diedero disposizione che dopo la loro morte altri uomini subentrassero al loro posto. Fra i vari ministeri che fin dai primi tempi si esercitano nella Chiesa, secondo la testimonianza della tradizione, tiene il primo posto l'ufficio di quelli che costituiti nell'episcopato, per successione che decorre ininterrotta fin dalle origini sono i sacramenti attraverso i quali si trasmette il seme apostolico. Così, come attesta S. Ireneo, per mezzo di coloro che gli apostoli costituirono vescovi e dei loro successori fino a noi, la tradizione apostolica in tutto il mondo è manifestata e custodita» (Concilio Ecumenico Vaticano II, Lumen Gentium, n.20).

francesco milito Lo scorso 13 maggio, presso lo stadio "Stefano Rizzo" di Rossano (CS), mons. Francesco Milito ha ricevuto l'ordinazione episcopale che lo ha consacrato vescovo, pastore e sposo, della diocesi di Oppido-Palmi, subentrando a mons. Luciano Bux.

 

La solenne celebrazione è stata presieduta da mons. Santo Marcianò, arcivescovo di Rossano-Cariati, alla presenza di Vittorio Luigi Mondello, arcivescovo metropolita di Reggio Calabria-Bova, mons. Luciano Bux, vescovo emerito di Oppido-Palmi, mons. Salvatore Nunnari, arcivescovo metropolita di Cosenza-Bisignano, mons. Antonio Cantisani, arcivescovo emerito di Catanzaro-Squillace. Numerosa è stata anche la partecipazione di presbiteri, religiose e religiose, oltre che di laici provenienti da tutta la regione calabrese.

Mons. Francesco Milito prenderà ufficialmente possesso della diocesi a lui affidata con una solenne celebrazione che si terrà il 30 giugno prossimo presso la cattedrale di Oppido.